TRA CIELO E MARE…..NAZARE’!

Amici di questo blog, sapete che vivo tra il Portogallo e l’Italia ormai da quasi due anni. Amo il Portogallo e amo L’Italia. Questa estate sono andata a Nazarè un posto magico dove i quattro elementi  si ritrovano a giocare maestosamente,  cittadina del Portogallo sulla costa atlantica 125 chilometri a nord di Lisbona e 250 a sud di Porto, da qualche anno diventata la vera Mecca dei surfisti estremi.

Io amante dell’acqua (istruttore subacqueo) e dell’aria ( piloto idrovolante e sto facendo il corso per il brevetto avanzato di volo ) trovarmi qua è stato magico. Non è il periodo migliore per vedere onde alte 35 metri(!!!), quelle si vedono tra novembre e marzo, ma in ogni periodo dell’anno dei ragazzi e ragazze, uomini affrontano l’Oceano e sono bellissimi, fantastici.

A vederli lì, in mezzo alle onde, aggrappati alla tavoletta in attesa di partire sembrano naufraghi un po’ spaesati. Poi, quando decidono che è il momento, quello giusto, diventano qualcosa a metà tra l’eroe e il folle, e non è detto che le due cose non coincidano. Quello che sfidano l’oceano, il buon senso e alle volte anche la fisica cavalcando le onde più grandi mai surfate al mondo. Uno spettacolo spettacolare!!!

Buon vento e buona vita!!!

Daniela Bonati

 

NON CHIEDO…..

Non sono aggressiva. Sono diversamente facile, diversamente addomesticabile, ma soprattutto sono diversamente ribelle, folle e maledettamente vera. È un problema? Per me assolutamente no!

Ho le rughe. Mi sono guardata allo specchio e ho scoperto di avere molte rughe, intorno agli occhi, alla bocca, sulla fronte. Ho le rughe perché ho avuto amici, e abbiamo riso, abbiamo riso tanto, fino alle lacrime. E ho conosciuto l’amore, che mi ha fatto strizzare gli occhi di gioia. Ho le rughe perché ho avuto una vita da vivere con preoccupazioni, dolori, soddisfazioni e ho sorriso a ogni mia nuova scoperta e ho passato notti a cullare i miei sogni. E poi ho pianto. Ho pianto per le persone che ho amato e che sono andate via, per poco tempo o per sempre oppure senza sapere il perché. Ho vegliato, trascorso ore insonni per progetti andati bene, andati male, mai partiti, per la malattia, per leggere un libro o fare l’amore. Ho visto posti splendidi, nuovi, che mi hanno fatto aprire la bocca stupita, e rivisto i posti vecchi, antichi, che mi hanno fatto commuovere. Dentro a ogni solco sul mio viso, sul mio corpo, si nasconde la mia storia, le emozioni che ho vissuto, la mia bellezza più intima e se cancellassi questo, cancellerei me stessa. Ogni ruga è un aneddoto della mia vita, un battito del mio cuore, è l’album fotografico dei miei ricordi più importanti.

Quindi….

Non chiedo a nessuno di sopportarmi.

So bene che rimarranno i migliori…..Ed io scelgo sempre il meglio.

Buona vita!!!

Daniela Bonati